La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni PDF

Scacciamoli.it La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni Image

DESCRIZIONE

Questo volume prova a riscrivere la storia della basilica marciana partendo dallo studio dei materiali con cui fu realizzata. L'incipit è l'elaborazione a fini storiografici di una straordinaria serie d'informazioni raccolte all'inizio degli anni novanta del xx secolo, quando si decise di prelevare parecchi campioni dalle membrature della chiesa per accertarne la sua stabilità. Diversamente da quel che si è sostenuto, oggi si può dire che la basilica di San Marco conserva quasi intatto l'impianto architettonico voluto dai Particiaci nel ix secolo. Non fu affatto demolita e ricostruita dall'intervento del Contarmi, realizzato il 1063 e il 1072. Questo si sovrappose e integrò profondamente l'impianto precedente, ma non lo cancellò.

DATA 2003
ISBN 9788831782333
NOME DEL FILE La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni.pdf
DIMENSIONE 5,17 MB
AUTORE Roberto Cecchi
Leggi il libro di La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni direttamente nel tuo browser. Scarica il libro di La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni in formato PDF sul tuo smartphone. E molto altro ancora su scacciamoli.it.

Basilica di san marco | Classifica prodotti (Migliori ...

paragonare - La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX secolo. Permanenze e trasformazioni (Roberto Cecchi) (2003) ISBN: 9788831782333 - Bross.con cop. ill. a col., cm 24x17, pp 173, alcune tav. a col. e molte ill. in b/n.. Copertina…

La basilica di San Marco. La costruzione bizantina del IX ...

dal giogo bizantino. La Basilica di San Marco fu eretta nel IX secolo per onorare le spoglie di San Marco Evangelista avventurosamente trafugate da una sua nave ad Alessandria d'Egitto al fine di sostituire il suo santo protettore, San Teodoro, voluto dall'odiata dominazione bizantina. Il simbolo di San Marco, un leone in piedi o

LIBRI CORRELATI